Amedeo Modigliani: i suoi schizzi nascosti sotto una tela al Museo Hecht

Trovati alcuni schizzi del pittore Modigliani sottostanti ad un suo quadro esposto al Museo Hecht di Haifa. Una scoperta strabiliante.

Quadro di Modigliani
“Ritratto di Maud Abrantès” e “Nudo con cappello” di Modigliani – Nanopress.it

I curatori del Museo Hect dell’Università di Haifa (Israele), hanno di recente scoperto tre schizzi incompleti del pittore italiano Amedeo Modigliani, nascosti sotto la superficie di uno dei suoi dipinti della collezione israeliana.

Gli sketch dell’artista livornese sono venuti alla luce dopo uno studio forense del quadro a doppia faccia intitolato “Nudo con cappello” (“Ritratto di Maud Abrantès” dalla parte opposta). Quest’ultimo è stato attentamente analizzato ai raggi X in occasione di una mostra a Philadelphia, ed è così che i disegni coperti dai colori ad olio, sono stati intercettati.

L’ispezione della tela

“Nudo con cappello” è stato dipinto nel 1908 e si tratta di un dipinto molto particolare, in quanto entrambi i lati del quadro presentano due ritratti in direzioni opposte. Il lato che salta all’occhio per primo entrando al Museo Hect, è quello del nudo capovolto. La figura di Maud Abrantès, cara amica di Modigliani, è invece in posizione eretta.

Nel 2010 il curatore del museo ha notato gli occhi di una terza figura sotto il viso della Abrantès, ma soltanto quest’anno l’immagine completa è stata rivelata. La storica d’arte dell’Hect, Inna Berkowits, ha descritto così la scoperta:

“un quaderno di schizzi su una tela, che mostra i ripetuti tentativi di Modigliani e la ricerca incessante dell’espressione artistica. non c’è alcun dubbio che il dipinto sia autentico.”

Schizzo
Raggi X degli schizzi di Modigliani – Nanopress.it

Oltre alla donna nascosta, la quale indossa un cappello, sono emersi altri due ritratti dal lato opposto. A differenza del primo, questi erano invisibili ad occhio nudo, e sono una figura maschile e una figura femminile con i capelli raccolti.

Qualche informazione su Modigliani

Amedeo Clemente Modigliani nasce il 12 luglio 1884 a Livorno (Toscana), ed è considerato uno dei più grandi esponenti dell’arte espressionista del XX secolo. Trascorre quasi tutta la sua vita in Francia, dove dipinge la maggior parte dei suoi ritratti, caratterizzati da volti e colli allungati.

Modigliani muore di tubercolosi il 24 gennaio 1920 all’Ospedale de la Charité, solo e povero. I suoi quadri diventeranno famosi solo più avanti: ad esempio, “Nudo sdraiato“, è stato venduto all’asta nel 2015 per oltre 170 milioni di dollari, diventando uno dei quadri più costosi mai venduti.