Rientrato l'allarme bomba a Parigi: la Torre Eiffel ha riaperto al pubblico

Quasi due ore di evacuazione per un presunto ordigno piazzato all'interno del monumento simbolo di Parigi: fortunatamente si è trattato di un falso allarme

Torre Eiffel

Photo by Getty Images/Chesnot

Per fortuna si è trattato solo di un falso allarme. Attimi di terrore quest’oggi a Parigi, quando la zona della Torre Eiffel è stata evacuata a causa di un allarme bomba scattato in tarda mattinata. La Polizia transalpina ha immediatamente avviato le opportune indagini dopo aver fatto allontanare le centinaia di turisti e parigini che si trovavano vicino al monumento simbolo della Ville Lumière.

L’allarme era scattato dopo una segnalazione, arrivata tramite una telefonata anonima, la prima di quest’anno, che avvisava della presenza di una bomba. Dopo circa due ore di circoscrizione dell’area, però, la zona è stata riaperta e l’allarme revocato. I vertici della Polizia di Parigi hanno rivelato che non è stata trovata alcuna traccia di ordigni nei pressi del monumento.

Parigi, falso allarme bomba alla Torre Eiffel

Erano le 12:15 quando è iniziata l’evacuazione della Torre Eiffel in seguito a una chiamata anonima, ricevuta intorno alle ore 11. “Il monumento simbolo della Capitale francese è stato evacuato da mezzogiorno e attualmente sono in corso i controlli in loco”, aveva confermato la società di gestione della Torre Eiffel, come riportato da Le Parisien.

Inizialmente, stando alle prime ricostruzioni, si ipotizzava la presenza di una persona che aveva piazzato un ordigno sul monumento simbolo della capitale francese, costringendo i turisti a scappare. Alcuni testimoni avevano anche ripreso i concitati momenti dell’evacuazione con i loro cellulari e tantissimi video amatoriali sono stati caricati sui social. La Polizia ha poi smentito la presenza di un ordigno all’interno del monumento, riaprendo l’intera area al pubblico.

Parole di Alanews

Da non perdere