Afta in bocca: cause, rimedi e cura

Causa dolore quando si mangia o ci si lava i denti. Per favorire la guarigione, ci sono tanti rimedi naturali come gli spray a base di aloe.

Afta in bocca: cause, rimedi e cura

Afta in bocca: vediamo cause, rimedi e cura di questo disturbo. Colpisce in particolar modo l’interno delle guance e delle labbra ma può manifestarsi anche sul palato. Le afte sono definite pure stomatiti e rappresentano delle piccole ulcere non contagiose, le cui cause non sono del tutto chiare. Pare che l’abbassamento delle difese immunitarie possa essere collegato alla loro comparsa all’interno della bocca. Vediamo nel dettaglio come si cura l’afta e perché compare.

Cause
Cosa provoca le afte in bocca? Le cause non sono del tutto accertate. Si ritiene che diversi fattori possano contribuire a provocare la comparsa delle tipiche piaghe dell’epitelio, con lesione sulla lingua o gengivale. Sebbene si tratti di un piccolo disturbo, la presenza di afte in bocca può causare dolore quando si mangia o ci si lava i denti. Si distinguono in tipologie: ulcere aftose minori, maggiori ed erpetiformi. Le prime sono le più comuni e sono riconoscibili grazie ai margini ben delineati e dalla forma rotonda, con area centrale necrotica ed eritema periferico. Le maggiori presentano un diametro superiore ad 1 cm e si manifestano soprattutto durante il periodo infantile o adolescenziale. Le afte erpetiformi, infine, sono molto dolorose e meno comuni; si manifestano raggruppate.

Rimedi

Esistono diversi rimedi casalinghi per l’afta in bocca. Tra questi, l’applicazione di una bustina di inumidita permette di favorire la guarigione grazie alla presenza di acido tannico. Altrettanto utile può essere l’aloe in gel, da applicare localmente ma suggeriamo di sfruttare anche le proprietà benefiche del tea tree oil. L’echinacea, inoltre, è tra i più efficaci rimedi dell’afta sulla lingua: può essere usata per fare risciacqui.

Cura
Nella maggior parte dei casi, il disturbo scompare nell’arco di 5 o 6 giorni ma può durare anche alcune settimane. Per curare l’afta in bocca si può ricorrere a farmaci da banco ma è importante non improvvisare e chiedere il parere del medico. Clorexitina, betametasone e idrocortisone sono medicinali validi per ridurre i sintomi dolorosi ma è importante ricordare che per evitare la manifestazione delle piaghette, bisogna prestare attenzione anche alla pulizia dei denti. Per curare l’afta nei bambini, si possono usare collutori e spray a base di aloe.

Parole di Palma Salvemini

Da non perdere