Diversamente uguali, su Pourfemme una raccolta fondi per sostenere le persone con deficit cognitivo

[veedioplatform code=”447205ca56ca4eea8d1b25a6ca0f2ba6″]

Pourfemme, il webmagazine femminile di Nanopress.it, ha organizzato una raccolta fondi per sostenere l’associazione Aemocon nell’aiutare le persone con deficit cognitivo. L’obiettivo della raccolta fondi, partita il 27 novembre e online sul sito buonacausa.org, è raccogliere 9.000 euro per l’acquisto di oggetti e strumenti utili per le attività svolte nella “Scuola delle Autonomie”, un appartamento in cui alcuni disabili con deficit cognitivi imparano a vivere in piena autonomia, e nel negozio di Milano “Aemocon – L’emozione di conoscere i sapori” (via Giuseppe Tartini 14), in cui imparano a lavorare.

L’obiettivo di Aemocon è quello di aiutare le persone affette da disabilità cognitive a costruire il proprio futuro autonomo e indipendente.

Se da un lato la ricerca scientifica ha aumentato le aspettative di vita di queste persone, dall’altro una vita più lunga non sempre si traduce in una migliore esistenza. Una volta che perdono i genitori, infatti, rischiano di rimanere completamente isolate e inadeguate per affrontare la vita quotidiana.

Lo speciale di PourFemme.it, dal titolo “Diversamente uguali”, attraverso video e interviste, racconta il lavoro di Aemocon, che porta avanti il progetto “Dopo di noi”, ideato dal professor Nicola Cuomo, docente di Pedagogia Speciale presso l’Università di Bologna, volto a garantire un futuro a queste persone.

Per promuovere l’iniziativa, la redazione di Pourfemme ha anche coinvolto personaggi famosi che si sono distinti nelle varie professioni, come lo chef Alessandro Capotosti che ha realizzato con i ragazzi di Aemocon una buonissima torta al cioccolato (guarda qui la video-ricetta).

«È nata spontaneamente nella redazione la voglia di raccontare e promuovere le attività formative di Aemocon, visto che PourFemme.it è da sempre in prima linea nell’affrontare molteplici tematiche sociali e nella difesa dei diritti dei più deboli», racconta Silvia Ballante, direttore editoriale di Pourfemme.it e Nanopress.it.

Clicca qui Aemocon