Volvo V70 Polar: l'imponente station wagon

Se all’epoca la Polar era la Polar e basta, ora c’è l’imbarazzo della scelta: Cambio manuale o automatico, trazione integrale o anteriore e tre motori (rigorosamente turbodiesel) con quattro livelli di potenza. Per la nuova Volvo V70 Polar, secondo noi il migliore è la due litri più potente, quella da 163 cavalli, quel che ci vuole per muovere con la giusta scioltezza una station wagon che, a prima vista, sembra più imponente dei suoi 4,81 metri di lunghezza. Per quanto si tratti di un’automobile concretamente legata all’idea di risparmio, sulla Polar non si ha mai la sensazione di stringere il volante di una macchina povera o impoverita, e il merito è anche delle molte piccole novità introdotte con il model year 2014. Materiali, finiture, dotazioni sono quelle che serve, e non manca neppure quella sensazione di solidità da sempre legata alla fama della Volvo

Da non perdere