Venezuela: è crisi, il 30 giugno si vota la costituente

Pubblicato da Redazione NanoPress Lunedì 5 giugno 2017

Dove sta andando il Venezuela? Cosa sta succedendo in Venezuela? La crisi ha portato alla protesta che dura da oltre due mesi. Da quando nello scorso aprile sono iniziate le proteste si contano almeno 60 morti e circa mille feriti, mentre sarebbero più di 2mila le persone arrestate. Il 30 luglio è la data scelta dal governo venezuelano per l’elezione dell’assemblea che avrà il compito di scrivere la nuova costituzione del paese. L’opposizione ha liquidato la decisione come l’estremo tentativo del presidente Nicolas Maduro di restare al potere.“Una cosa deve essere chiara a Maduro – ha detto Julio Borges, presidente dell’Assemblea nazionale – questa assemblea costituente non va bene e non può funzionare. E non perché siamo noi a dirlo, ma perché è l’intero paese a rifiutarla. Non può funzionare perché la comunità internazionale la considera illegittima. Non può funzionare perché una minoranza che ha rubato, ha usato la violenza sul suo popolo e ha rotto ogni legame con la costituzione non può imporre la propria volontà attraverso un’assemblea illegittima”. Maduro ha però precisato che il testo della nuova costituzione sarà sottoposto a referendum consultivo affinché siano i cittadini venezuelani a decidere sulla sua legittimità.