Vendita di armi, boom italiano: chi compra?

L’industria della guerra in Italia registra numeri in crescendo, più del 200% in un solo anno. Sono questi i dati di un report diffuso e pubblicato dal Senato sull’export di armi. Da un totale di 2,6 miliardi di euro del 2014, siamo arrivati ai 7,9 miliardi del 2015. Ma a chi vendiamo le armi nel mondo? L’Italia commercia in armi con diversi Paesi d’Europa e non, tra cui la Gran Bretagna che ha acquistato 1,3 miliardi di euro di armamenti, Singapore, con 380 milioni di euro spesi in armi, e Taiwan, con 258 milioni di euro. Tra i primi dieci acquirenti ci sono anche due dei principali Paesi che sono a capo della coalizione arabo africana in guerra contro lo Yemen, gli Emirati Arabi Uniti, con 304 milioni di euro, e l’Arabia Saudita con 258 milioni di euro. In particolare, tra gli armamenti usati da questi paesi in guerra ci sono bombe Paveway, le bombe MK82, e le bombe BLU.

Da non perdere