USA, il pianto dei figli degli immigrati strappati ai genitori

Pubblicato da Redazione NanoPress Martedì 19 giugno 2018

La registrazione audio che state per ascoltare è stata effettuata dagli attivisti dell’associazione ProPublica. Nell’audio si sentono le voci e i pianti dei bambini figli di immigrati americani strappati alle loro famiglie dopo la politica dei rimpatri voluta da Donald Trump. I bambini piangono disperati e chiedono dove siano i loro genitori. Il deputato democratico americano Peter Welch ha visitato uno di questi centri immigrazione al confine con il Messico:“Ho visto gabbie piene di bambini. Non è nient’altro che una prigione”. L’audio sta creando un’ondata di indignazione a livello politico e della società civile. La critica più forte è arrivata dal governo francese per bocca del portavoceBenjamin Griveaux:“La separazione dei bambini dai loro genitori al confine col Messico da parte delle autorità Usa dimostra che l’Europa e gli Stati Uniti non hanno lo stesso modello di civiltà, né valori comuni”.