Un’eruzione solare in 3D

Pubblicato da Redazione NanoPress Martedì 13 marzo 2018

Un’eruzione solare in 3D è stata ricostruita dagli esperti utilizzando i dati di 3 satelliti. Lo scopo è aiutare a prevedere tempeste magnetiche. In definitiva gli esperti hanno ottenuto nuove misure più accurate delle precedenti della struttura della Terra in 3D, e questo è potuto avvenire grazie al Gps. I risultati di queste nuove ricerche aiuteranno a prevedere gli effetti delle tempeste geomagnetiche su reti elettriche, telecomunicazioni satellitari e sul trasporto aereo. E’ quanto emerge dallo studio pubblicato sulla rivista Space Weather.