Un feto nascosto nella bara del vescovo

Scoperta a Lund, nell’antica città universitaria in Svezia, una bara risalente a oltre 330 anni fa, nella quale fu seppellito il vescovo Peder Winstrup. All’interno della cassa di legno, vicino ai piedi del defunto, è stato ritrovato un feto di 5-6 mesi, che si crede possa essere un parente del morto. Per Karsten, direttore del museo dell’università di Lund, ha raccontato che la salma è stata già analizzata altre volte, ma solo adesso è venuto alla luce il piccolo cadavere. Per svelare il mistero della doppia sepoltura è stato stabilito anche un test del Dna. L’intenzione è ora quella di studiare a fondo la vita del vescovo, alla ricerca di qualche possibile legame con il feto.

Da non perdere