Terremoto in Nepal, migliaia di morti

Sono migliaia i morti in Nepal, India, Tibet e Bangladesh, in seguito a un terremoto di magnitudo 7.9 che si è verificato a soli due chilometri di profondità, con epicentro a metà strada fra Pokhara e la capitale Katmandu. Il sisma ha causato il crollo della storica torre Dharara del XIX secolo di Katmandu, sotto la quale sono rimaste sepolte almeno 180 persone. Il terremoto ha inoltre ha provocato una valanga sul monte Everest, dove si trovavano numerosi scalatori dal momento che aprile è uno dei mesi favoriti per scalare la montagna più alta del mondo: sembra che il campo base sia stato completamente travolto. Si tratta del sisma più forte ad aver colpito il Nepal negli ultimi 81 anni, dopo quello di magnitudo 8.3 del 1934 che causò oltre 8.500 morti.

Da non perdere