Sversamento di petrolio a Genova, un testimone: "Chiazze anche fuori dalla diga"

Lo sversamento di greggio dall’oleodotto Iplom, causato dalla rottura di una tubatura, sta creando danni ambientali sotto gli occhi di tutti, non solo dei cittadini genovesi. Nella giornata di ieri, 21 aprile, chiazze di greggio sono arrivate fino alle coste di Pegli. La situazione ha spinto un cittadino genovese a verificare di persona la situazione al di fuori della diga foranea, in direzione del mare aperto, registrando la situazione con la videocamera. La sua preoccupazione l’ha spinto a fornirci il materiale e l’abbiamo raggiunto telefonicamente per la sua testimonianza. Il petrolio in mare c’è, al di fuori della diga, una chiazza in particolare sembrava fuoriuscire da un punto preciso della diga. 

Intervista realizzata da Simona Buscaglia

Da non perdere