Strasburgo: Borgezio protesta tra i 'vaffa' dei colleghi

Mario Borghezio della Lega ha inscenato una protesta nell’Aula di Strasburgo, ma i colleghi onorevoli lo hanno letteralmente mandato a quel Paese senza nessuna diplomazia. Ma cosa è successo precisamente? I lavori vedevano il commissario europeo per l’Occupazione, László Andor, illustrare i problemi sorti nelle relazioni tra Unione europea e Svizzera dopo il referendum che chiedeva al governo di Berna di limitare l’accesso degli immigrati, anche comunitari, nel Paese. A quel punto il leghista lo ha interrotto sventolando una bandiera svizzera e gridando “Basta alla dittatura europea, sì al referendum, viva la libertà dei popoli!”. Il vicepresidente Rainer Wieland ha reagito alla protesta di Borghezio espellendolo dall’Aula. Il liberale irlandese Pat the Cope Gallagher, ha affermato: “Che coraggio mamma mia!”. A quel punto Borghezio ha continuato lo show e gli ha dato del “coniglio”, e Gallagher ha replicato: “Vai via stro…”. Visto che Borghezio non la finiva più di inveire, qualcuno gli ha pure urlato un bel “vaffa…”.

Da non perdere