Simone Camilli: la salma in Italia

Nella Striscia di Gaza un evento tragico: è rimasto ucciso il videoreporter italiano Simone Camilli. Il giovane, 35 anni, era di Roma e lavorava per l’agenzia Associated Press. E’ rimasto colpito in un’esplosione, mentre con la sua videocamera stava immortalando l’azione degli artificieri, impegnati a disinnescare un missile israeliano rimasto inesploso. A Gaza Camilli aveva girato dei documentari molto interessanti, che mostrano le condizioni di vita dei palestinesi. Simone Camilli era stato anche in altri contesti del mondo predominati dai conflitti e si era sempre messo in prima linea. Il ministro degli Esteri Mogherini ha espresso il suo cordoglio per la morte del reporter. A breve la salma di Camilli arriverà in Italia, dove saranno disposti i funerali. Nel frattempo è venuta meno, con un certo anticipo, la tregua di 72 ore che si era stabilita nell’ambito della guerra fra Israele e Palestina.

Da non perdere