Scintille tra Luigi Di Maio e Carlo Sibilia

In Aula alla Camera, ci sono state scintille tra gli esponenti del Movimento 5 Stelle. In particolare è scoppiato un diverbio fra Luigi Di Maio, in questo caso vicepresidente, e Carlo Sibilia. Si stava parlando della riforma costituzionale e Sibilia ha detto di dover fare un richiamo al regolamento. Poi, al contrario, ha fatto un commento sull’opportunità di un voto. Di Maio lo ha interrotto, dicendogli che quella era una valutazione politica. Sibilia si è mostrato contrariato, ma ha accettato il richiamo della presidenza. Pochi minuti dopo Davide Crippa, sempre del M5S, ha preso la parola rivolto a Di Maio. Anche lui non ha usato mezzi termini e ha detto che si rischiava di non tutelare i diritti della minoranza. Ha detto espressamente a Di Maio che quella era una responsabilità che si stava prendendo lui come presidente di turno.

Da non perdere