Scarlett Johansson lascia Oxfam

Scarlett Johansson, in barba alla critiche ricevute per aver abbandonato il ruolo di ambasciatrice per Oxfam e scelto di fare da testimonial per una discussa azienda di bibite, ribadisce la libertà di agire come meglio crede, sottolineando di non essere un modello da seguire. La polemica ha origine dal fatto che Sodastream, l’azienda israeliana che promuove, ha alcune delle proprie fabbriche in Cisgiordania. Per questo l’attrice è finita nel mirino del gruppo ‘Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni’ che incita al boicottaggio delle società israeliane attive in territori occupati. Scarlett ha esposto la propria posizione relativa alla questione palestinese: ‘Due popoli, due Stati’ e ha dichiarato di essere favorevole alla cooperazione e alla pace tra Israele e la Palestina, ma nonostante questo, dopo la presa di distanza dell’Oxfam stessa, ha dovuto rinunciare alla carica di ambasciatrice.

Da non perdere