Rigopiano, parla l’ultimo sopravvissuto: ‘Voglio giustizia’

Pubblicato da Redazione NanoPress Giovedì 18 gennaio 2018

Giampaolo Matrone, ultimo sopravvissuto dell’hotel Rigopiano, parla all’Ansa a un anno dalla tragedia che costò la vita a 29 persone, tra cui la moglie Valentina. L’uomo fu estratto vivo da sotto il cumulo di macerie e neve dopo 62 ore, venendo a sapere che la moglie non ce l’aveva fatta. Ora la sua battaglia è avere giustizia per sé, la moglie Valentina e la figlia Gaia, rimasta senza la sua mamma. “Ci hanno scortato verso la morte la sera prima. Hanno pulito la strada, aprendoci la via per la morte e per non tornare più a casa“, ha raccontato. “In quei momentipensavo solo a Gaia, dovevo tornare a casa da lei“.