Renzi e Hollande a Expo

La giornata nazionale della Francia a Expo è iniziata con l’alza bandiera e l’inno nazionale francese alla presenza del presidente François Hollande e Matteo Renzi. I due premier hanno visitato il padiglione della Francia insieme al ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, il ministro francese dell’agricoltura Stephane Le Foll e Giuseppe Sala, commissario unico di Expo. ”Non spetta all’Italia assumersi da sola la missione dei rimpatri” ma all’Unione europea, ha detto il presidente francese a proposito dell’emergenza migranti. La formula delle quote crea confusione,secondo il premier francese: ”Non ha nessun senso una quota per le persone che hanno diritto all’asilo, dobbiamo trovare altre formule”, ha detto ancora in conferenza stampa, mentre Renzi ha ricordando la strage di Charlie Hebdo, che ‘‘ho sentito forte l’11 gennaio, quando il popolo francese ha accompagnato il corteo dei capi di Stato e governo, cantando la Marsigliese, si veniva da una terribile vicenda di sangue”. “Saremo fortunati se riusciremo a far passare questo messaggio di unione e valori” in Europa. ”Non su tutto stiamo riuscendo a dare un messaggio di positività e speranza in un momento in cui in Europa è forte la paura. abbiamo bisogno di restituire parole di positività in Europa”, ha concluso il presidente del consiglio italiano.

Da non perdere