Reddito di cittadinanza: taglio del budget, si parte a fine marzo

Pubblicato da Redazione NanoPress Lunedì 17 dicembre 2018

Il reddito di cittadinanza previsto per il 2019 si restringe: dai 9 miliardi ipotizzati per coprire la misura il prossimo anno, si scenderà a 7,1. Bruxelles chiama e Roma risponde: il restyling al ribasso del reddito di cittadinanza è imposto dai vincoli comunitari.
Il governo Conte ha proposto un rapporto deficit/PIL al 2,04%, ma gli eurocrati storcono il naso e pretendono altre limature.
Il governo rassicura ribadendo che i potenziali beneficiari continueranno ad essere 5 milioni di persone e che il contributo previsto continuerà ad essere di 780 euro. Il risparmio arriverà dallo slittamento a fine marzo della misura, operazione che riduce i costi di un quarto.
Il governo spera poi che non tutti gli aventi diritto facciano effettivamente domanda.