Quota 41 dal 2022: cosa prevede?

Pubblicato da Redazione NanoPress Mercoledì 12 dicembre 2018

Quota 100 non è ancora operativa, ma il governo pensa già a superarla con Quota 41.
L’anticipo pensionistico Quota 100 è attualmente oggetto di riunioni fiume e revisioni continue volte a far digerire all’Europa una Manovra che inevitabilmente avrà bisogno di ulteriori aggiustamenti per non aggravare i bilanci pubblici.
Quota 100 prevede la possibilità di andare in pensione con 62 anni di età anagrafica e 38 anni di contribuzione.
Quota 100 resterà in funzione nel triennio 2019, 2020, 2021.
Poi, nelle intenzioni del governo, nel 2022 dovrebbe subentrare Quota 41, ovvero la possibilità di andare in pensione con 41 anni di contribuzione indipendentemente dall’età anagrafica.
Tenendo conto degli ultimi trend che vedono i giovani entrare nel mondo del lavoro a 30 anni e considerando che le donne hanno una carriera discontinua per via delle maternità, è probabile che molti ricorreranno alla pensione di vecchiaia, ossia la Legge Fornero, che permette di andare in pensione a 67 anni (l’età viene rivista periodicamente in funzione dell’andamento dell’aspettativa di vita media).