Quota 100: contributi figurativi e riscatto

Pubblicato da Redazione NanoPress Giovedì 29 novembre 2018

Le pensioni anticipate Quota 100 partiranno a febbraio, come sostiene Salvini? Oppure è tutto rimandato ad aprile, come trapelato dalla stampa? Non c’è al momento alcuna certezza sulla data di entrata in vigore della Quota 100, ma le indiscrezioni non mancano. L’ultima riguarda i contributi figurativi, ovvero quei contributi che vengono conteggiati ai fini previdenziali anche in caso di malattia, cassa integrazione, trattamento di disoccupazione e maternità. Inizialmente pareva che Quota 100 ammettesse almeno due anni di contribuzione figurativa per raggiungere la fatidica soglia di 38 anni di lavoro retribuito. Ora sembra che le nuove formulazioni di Quota 100 potrebbero del tutto escludere i contributi figurativi. Le pendenze a partire dal 1996 tuttavia potrebbero essere sanate versando un riscatto pari alla retribuzione media dei 12 mesi precedenti ai mancati versamenti.