Quando la CIA voleva controllarti la mente

Il progetto MK Ultra, elaborato dalla CIA, aveva come obiettivo principale il raggiungimento del controllo mentale. Il tutto era nato dopo la seconda guerra mondiale, quando il mondo era alle prese con la guerra fredda e con un eventuale scontro tra Stati Uniti e Unione Sovietica. La CIA ha agito nel più totale segreto, cercando di controllare il comportamento delle persone. Non è facile riuscire a capire come sia andata veramente, perché nel 1973 il direttore della CIA ha ordinato la distruzione di tutte le prove che riguardavano il progetto. Molti dubbi, quindi, rimangono su questa azione dei servizi segreti americani, i quali si sarebbero serviti, per il raggiungimento dei loro scopi, anche di gente comune, oltre che di soldati e di impiegati dell’amministrazione pubblica.

Da non perdere