Prodotti italiani proibiti in Russia: ecco la pubblicità che sparisce davanti ai poliziotti

Nell’agosto 2014, come ritorsione alle sanzioni occidentali per la situazione in Ucraina, la Russia ha proibito la vendita di alcuni prodotti europei. Una misura che ha penalizzato ovviamente anche i commercianti italiani.Un salumiere italiano, Don Giulio, che vive e lavora a Mosca da più di un decennio, ha pensato di farsi pubblicità ed eludere il blocco con un ironico e provocatorio spot. Il cartellone della sua salumeria percepisce la presenza di forze dell’ordine e sparisce quando si avvicinano, trasformandosi in una pubblicità di matrioske.

Da non perdere