Pino Maniaci di Telejato indagato, le intercettazioni

Pino Maniaci, direttore dell’emittente televisiva Telejato, è stato indagato nell’ambito di un’inchiesta che lo vede accusato di estorsione, per aver ricevuto somme di denaro e agevolazioni dai sindaci di Partinico e Borgetto, in provincia di Palermo, per evitare commenti critici sull’operato delle Amministrazioni. Dalle intercettazioni telefoniche e ambientali, si sente anche una telefonata ricevuta dal presidente del Consiglio Matteo Renzi, che gli esprimeva solidarietà per l’uccisione dei suoi cani, fatta passare come una intimidazione mafiosa, mentre a quanto pare si trattava della ritorsione del marito della sua amante. In una telefonata successiva Maniaci dice: “Mi ha telefonato quello st…o di Renzi, ora sono tutti in fibrillazione”. In altre intercettazioni diceva: “Ora mi dovranno dare la scorta”. Nell’ambito della stessa inchiesta i carabinieri hanno arrestato dieci persone tra gli esponenti della famiglia mafiosa di Borgetto, ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione e intestazione fittizia di beni. Tra loro anche il capoclan, Antonino Giambrone e i fratelli Tommaso e Francesco.

Da non perdere