Pensioni: riscatto della laurea flessibile nel 2019?

Pubblicato da Redazione NanoPress Mercoledì 28 novembre 2018

Pensioni e riscatto della laurea sono un argomento sempre caldo: con l’anno prossimo potrebbe essere introdotta una novità, ovvero un riscatto della laurea parziale o “flessibile”. Il nuovo riscatto della laurea potrebbe funzionare così: invece di versare l’intera cifra richiesta ai fini del riscatto, si potrebbe decidere di versarne solo una parte, gli anni riscattati sarebbero comunque conteggiati ai fini previdenziali, ma su di essi si incasserebbe un assegno ridotto.
Facciamo un esempio: se attualmente ad un 40enne con 10 anni di contribuzione vengono richiesti mediamente un minimo di 60mila euro per riscattare la laurea, con il riscatto parziale potrebbe versarne appena 10, ma a fine carriera si ritroverebbe un assegno pensionistico più leggero perché il montante contributivo totale sarebbe inferiore.
La riforma, in ogni caso, riguarderebbe solo chi ha iniziato a versare contributi all’INPS dopo il gennaio 1996.