Pensioni Quota 100: finestra a partire dal 2019

Pubblicato da Redazione NanoPress Martedì 23 ottobre 2018

L’Opzione Quota 100 sarà strutturale, o almeno così assicurano dagli scranni del governo giallo-verde. L’opzione pensionistica permetterà di ritirarsi dal lavoro sommando un minimo di 62 anni di età e un minimo di 38 anni di contribuzione, così da totalizzare in tutto 100. Resta da capire però dove trovare le coperture. Secondo il report con cui Moody’s ha motivato il downgrade dei titoli italiani, Quota 100 sarà invece presumibilmente una misura una tantum disponibile solo per il prossimo anno. Questa considerazione entra in aperto conflitto con le intenzioni del governo Conte, che punta a rendere permanente la Quota 100 dal 2019. Non è escluso che Quota 100 possa entrare in funzione in via sperimentale per un anno e che raccolti i dati e aggiustato il tiro la si possa successivamente rendere una misura permanente. In questo caso però occorrerà trovare le coperture tagliando altre voci di bilancio.