Pensioni madri lavoratrici: emendamento per le mamme con tre figli

Pubblicato da Redazione NanoPress Martedì 18 dicembre 2018

La riforma delle pensioni potrebbe prevedere un’agevolazione per le mamme lavoratrici.
L’emendamento inserito in Manovra dalla Lega propone di riconoscere ai fini della contribuzione previdenziale le cure familiari svolte dalle mamme che lavorano.
La misura interesserebbe sia le lavoratrici autonome che le dipendenti del settore pubblico e privato.
I requisiti richiesti sono tre: avere almeno tre figli, avere versato contributi per almeno 20 anni, avere almeno 50 anni d’età. Il plus ai fini previdenziali scatta a partire dal terzo figlio, adottato o naturale purché nato vivo, e si concretizza in un periodo di tre anni di accredito figurativo per il lavoro di cure familiari ed educazione dei figli.