Pensioni d’oro ultima ora: tagli in cinque scaglioni

Pubblicato da Redazione NanoPress Martedì 18 dicembre 2018

Le news sul taglio delle pensioni d’oro si arricchiscono ogni giorno di ulteriori dettagli. Ecco le ultime notizie sulla sforbiciata alle pensioni d’oro, così come formulate nell’emendamento alla Manovra presentato dal M5S. Gli importi risparmiati serviranno ad innalzare le pensioni minime a 780 euro al mese. Si tratta quindi di una sorta di prelievo di solidarietà. I tagli crescenti per i prossimi 5 anni avverranno secondo cinque aliquote legate a 5 diversi importi:

  • taglio del 10% per le pensioni da 90mila a 130mila euro lordi;
  • taglio del 20% dai 130mila fino ai 200mila euro;
  • taglio del 25% tra 200mila e 350mila euro;
  • taglio del 30% da 350mila a 500mila euro;
  • taglio del 40% per gli assegni oltre i 500mila euro.

Ci sono poi alcuni trattamenti esclusi dai tagli: i trattamenti interamente liquidati con il sistema contributivo, gli assegni di invalidità e infine, gli assegni ai superstiti e alle vittime del terrorismo.