Pensione anticipata per invalidi civili INPS: slittamento di un anno

Pubblicato da Redazione NanoPress Lunedì 19 novembre 2018

Lo slittamento della pensione anticipata di vecchiaia, indicato dalla legge 122/2010, si applica anche agli invalidi. Lo stabilisce una sentenza della Corte di Cassazione che è stata chiamata a mettere la parola definitiva sulla situazione di un lavoratore che ha portato il suo caso in tribunale. La legge dispone uno slittamento di un anno per chiunque maturi i requisiti anagrafici: 60 anni per le donne e 65 per gli uomini, nel settore privato. L’uomo riteneva di avere diritto ad andare in pensione, rientrando nei requisiti espressi dalla legge 503/1992, ovvero età pari o superiore ai 55 anni, un minimo di 20 anni di contributi, una percentuale di invalidità di almeno l’80%. L’INPS ha applicato anche al lavoratore in questione una finestra per far slittare il pensionamento, senza tenere conto della disabilità. Il motivo: per il prepensionamento esistono alcune deroghe alla normativa 122/2010, ma non quello della disabilità. E la Cassazione ha dato ragione all’Ente.