Pensione anticipata 2019 con 43 anni di contributi

Pubblicato da Redazione NanoPress Mercoledì 5 dicembre 2018

La pensione anticipata 2019, sulla carta, potrà essere ottenuta con 42 anni e 10 mesi di contributi se uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi se donne, indipendentemente dall’età anagrafica.
Quindi senza tenere conto dell’innalzamento di 5 mesi che per l’agganciamento automatico alla maggiore aspettativa di vita che dovrebbe scattare a partire da gennaio 2019.
Lo ha annunciato il sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon a margine dell’incontro tenutosi a Roma per la presentazione del Rendiconto sociale dell’Inps 2017.
Nei fatti, tuttavia, l’uscita dal mondo del lavoro dovrebbe avvenire tramite finestra trimestrale, quindi conti alla mano il vantaggio reale dovrebbe essere quantificabile in un risparmio di 2 mesi.
Gli uomini potrebbero dunque andare in pensione con 43 anni e 1 mese di contributi e le donne con 42 anni e 1 mese.