PD e SEL si insultano alla Camera

Scoppia il caos alla Camera, in seguito ad una rissa in cui sono coinvolti in maniera particolare i deputati del PD e quelli di SEL. I grillini in particolare si sono ribellati contro l’intenzione di far andare avanti una seduta fiume notturna e hanno attaccato la presidenza, affermando che essa è succube della maggioranza, che hanno definito anticostituzionale. Fra gli insulti e i deputati in piedi è scoppiata una vera e propria rivolta, che è stato difficile arginare. Il Presidente di turno si è visto costretto a sospendere la seduta e a far allontanare alcuni onorevoli. Matteo Renzi ha espresso il suo rammarico per ciò che è accaduto e ha detto comunque che la maggioranza andrà avanti sulle riforme. Secondo il Premier, quello che è successo alla Camera non può essere definito come l’espressione di un dissenso legittimo, ma soltanto un modo per fare ostruzionismo e bloccare le riforme.

Da non perdere