Muore Elie Wiesel, scrittore premio Nobel per la pace e testimone dell'Olocausto

Ad annunciare la morte di Elie Wielsel, premio Nobel per la Pace è Yad Vashem da Gerusalemme, ovvero l’Ente Nazionale per la memoria della Shoah di Israele. Wiesel è morto all’età di 87 anni nella sua casa di Manhattan. Era entrato nel campo di concentramento di Auschwitz a 16 anni e vissuto l’orrore. Solo dopo diversi anni è riuscito a raccogliere la sua storia in un libro dal titolo ‘Notte’. Il testo è il primo di una lunga serie di testi sulla Shoah di cui è stato testimone diretto. Wiesel aveva vinto il premio Nobel nel 1987 grazie al suo impegno contro il razzismo e qualsiasi forma di violenza. All’epoca fu definito “messaggero per l’umanità. Lo scrittore è conosciuto in tutto il mondo per aver raccontato l’Olocausto. Tra i primi ad esprimere il cordoglio per la morte di Elie Wielsel, il premier israeliano Benyamin Netanyahu: “Ha dato espressione alla Vittoria dello spirito umano sulla crudeltà e Il diavolo”. 

Da non perdere