Migranti, tensione e lacrimogeni al confine Grecia Macedonia

L’enorme afflusso di profughi al confine tra la Grecia e la Macedonia ha portato a tensioni e scontri tra migranti che hanno forzato la barriera a Idomeni, il punto di transito principale per i rifugiati che viaggiano verso l’Europa occidentale e la polizia macedone che, per fermarli e disperderli, ha sparato gas lacrimogeni. I profughi da giorni si riversano alla frontiera macedone con lo scopo di passare oltre èper raggiungere altri poti in nord Europa. I profughi si sono seduti sui binari, rifiutando di andarsene sino a quando non sarà loro consentito di entrare in Macedonia dove, dalla scorsa settimana, è stato fissato un tetto massimo di poche centinaia di persone agli arrivi dei migranti da oltre confine. Anche la Grecia teme lo stallo di migliaia di persone che al momento rimangono bloccate nel Paese.

Da non perdere