Maturità 2019: ecco cosa cambia

Pubblicato da Redazione NanoPress Martedì 27 novembre 2018

L’esame di maturità 2019 sarà diverso da tutti i precedenti: scopriamo cosa cambia per questo anno scolastico 2018/2019. Innanzitutto, le prove scritte saranno solo 2 invece che le attuali 3: viene infatti eliminata la terza prova, ovvero il “quizzone” su diverse materie. Restano invece invariate la prima (italiano) e la seconda (incentrata sulla disciplina o le discipline che caratterizzano il corso di studi). Durante l’orale poi, il candidato dovrà parlare anche delle esperienze di Alternanza Scuola-Lavoro svolte, oltre che analizzare testi e documenti proposti dalla commissione.

Gli insegnanti avranno a disposizione per la prima volta delle griglie nazionali di valutazione per rendere i giudizi più omogenei. Per accedere agli esami, poi, non saranno più necessari la partecipazione alla prova INVALSI e lo svolgimento delle ore di Alternanza Scuola-Lavoro. Bisognerà invece aver frequentato i 3/4 delle ore previste dal corso di studi e avere la sufficienza in tutte le materie, condotta compresa.

Infine, il credito scolastico per il voto finale potrà arrivare fino ai 40 punti (mentre prima erano 25).

Foto: ANSA | Shutterstock.com