Mattarella da Papa Francesco parla di disoccupazione e emergenza sbarchi

Il nostro Paese, e l’intera Unione europea, assistono a quello che lei ha definito un nuovo tipo di conflitto mondiale frammentato, sui territori più poveri, e di cui è immediata conseguenza il dramma dei profughi che tentano di approdare sulle nostre coste, sulle coste dell’Europa, per sfuggire alle guerre, alle persecuzioni, alle carestie, chiedendo accoglienza“. Sono queste le parole del presidente della Repubblica Sergio Mattarella incontrando in Vaticano Papa Francesco. “Le istituzioni e la società italiane sono impegnate, con generosità – aggiunge il capo dello Stato – per fronteggiare questa emergenza e l’Italia invoca da tempo un intervento deciso dell’Unione europea per fermare questa continua perdita di vite umane nel Mediterraneo, culla della nostra civiltà. Con quelle vite spezzate si perde la speranza di tante persone e si compromette la dignità della comunità internazionale. Rischiamo di smarrire la nostra umanità“.

Da non perdere