Lo spray al peperoncino è legale in Italia?

Continuano in Italia gli attacchi con spray al peperoncino.
Negli ultimi mesi si sono registrati numerosi casi, alcuni con esiti drammatici: l’ultimo dramma è avvenuto venerdì 7 dicembre 2018 nella discoteca Lanterna Azzurra a Corinaldo in provincia di Ancona: un ragazzo ha spruzzato spray urticante causando il panico e 6 persone, 5 minorenni e una mamma di 39 anni, sono rimasti schiacciati e uccisi.
Il precedente più famoso è la serata del 3 giugno 2017 in piazza San Carlo quando durante la finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid: una gang di ladruncoli spruzza spray al peperoncino per scatenare il panico e approfittare del caos per rubare portafogli e collanine. Risultato: una vittima e 1526 feriti.
Ma i precedenti sono molti, alcuni dei quali avvenuti i durante i concerti e altri avvenuti a scuola addirittura dopo i fatti della Lanterna Azzura.
Vediamo cosa dice la legge in merito all’utilizzo di spray al peperoncino.
Lo spray al peperoncino è legale dal 2011, anno in cui il ministero dell’Interno ne ha liberalizzato l’acquisto, la detenzione e il porto. Però le regole per il suo utilizzo sono stringenti e chi ne abusa può andare incontro a sanzioni anche gravi. E’ lecito possedere e utilizzare spray al peperoncino a patto che
– l’utilizzatore abbia compiuto 16 anni
– l’utilizzo avvenga solo a fini di legittima difesa o in casi in cui l’incolumità propria o altrui sia minacciata
– la bomboletta non superi i 20 ml
– la miscela sia a base di Oleoresin Capsicum
– la gittata non superi i 3 metri
– la concentrazione massima di sostanza urticante superi il 2,5%
– la bomboletta sia venduta sigillata
– la bomboletta riporti sull’etichetta le informazioni sul produzione
– la bomboletta non contenga sostanze infiammabili, corrosive o tossiche

Chi non rispetta la legge può essere accusato di getto pericoloso di cose o di lesioni personali.

(Foto Ansa e Shutterstock.com)

Da non perdere