Lo scontro tra Fini e Berlusconi

Nel corso della direzione del PdL del 22 aprile 2010, Berlusconi invitò Fini a rinunciare alla sua carica di Presidente della Camera. Proprio Fini rispose alle parole del Cavaliere con la frase “Che fai, mi cacci?”. L’episodio segnò il punto di rottura definitivo tra i due leader del Centro-Destra, nonostante Berlusconi avesse designato più volte come suo successore proprio Gianfranco Fini. A quel punto Fini decise, dopo l’espulsione dal partito di Berlusconi, di creare dei gruppi autonomi al Senato e alla Camera e diede vita ad un nuovo partito, Futuro e Libertà. Contemporaneamente decise anche di uscire dal Governo. Nell’ambito delle elezioni politiche del 2013 Fini decise di allearsi con Scelta Civica di Mario Monti e con l’UDC, ma ne uscì sconfitto, in quanto nessuno dei suoi candidati riuscì ad essere eletto in Parlamento.

Da non perdere