Legge taglia stipendi fa dietro front, Di Battista rabbioso: 'Ignobili oligarchi'

Il testo della proposta di Legge taglia stipendi dei parlamentari presentata dal Movimento 5 stelle torna in commissione, dopo che l’aula della Camera ha approvato, con 109 voti di differenza, la proposta di rinvio. E’ seguita la protesta del Movimento Cinque Stelle, con Alessandro Di Battista, il più arrabbiato di tutti che già in aula, prima urla: “Non avete neanche il coraggio di votare“, e poi “Buffoni” verso i deputati Pd. Ma è fuori dal Palazzo di Montecitorio che il deputato grillino esplode. Infatti, al termine della votazione con cui la Camera ha rimandato in commissione la legge taglia stipendi dei parlamentari Alessandro Di Battista è uscito, ha parlato ai cronisti e agli attivisti del M5S presenti in piazza di Montecitorio chiamando gli onorevoli del Pd “Ignobili oligarchi! Non hanno nemmeno il coraggio di mostrare all’Italia che non vogliono tagliare gli stipendi”.

Da non perdere