Le cotture che prevengono i tumori

La ricerca ha dimostrato come sia stretto il rapporto fra cancro e alimentazione scorretta. Per prevenire i tumori, è fondamentale conoscere bene le tipologie di cottura dei cibi. Anna Villarini dell’Istituto Tumori di Milano spiega per AIRC come proteggere la salute dalle sostanze cancerogene che possono essere sprigionate in cucina, attraverso l’utilizzo di tecniche scorrette. In particolare, la cottura alla brace e sulla griglia può risultare molto pericolosa a causa della formazione di idrocarburi policiclici aromatici. Bisogna prestare molta attenzione soprattutto alla carne che non deve cuocere a lungo per evitare che vengano prodotte sostanze tossiche. Per quanto riguarda la bollitura e la cottura a vapore, generalmente considerate più salutari, è fondamentale eseguirle in modo rapido, lasciando croccante la verdura. Altrimenti, il rischio è di perdere numerose sostanze nutritive. La frittura, invece, se eseguita con l’olio extravergine d’oliva o di semi di arachidi non raffinato, non fa poi così male. Infine, è essenziale leggere bene le etichette ed evitare grassi idrogenati e additivi.

Da non perdere