La truffa romantica online: riconoscerla e difendersi

Pubblicato da Redazione NanoPress Mercoledì 19 dicembre 2018

La truffa romantica, detta anche romantic scam, continua a mietere vittime online.
I malcapitati possono essere uomini o donne, persone sole o in una relazione insoddisfacente.
La truffa sentimentale funziona generalmente così: una persona riceve una richiesta di contatto su uno dei propri profili social: gli uomini vengono contattati da signorine dagli occhi languidi e dalle forme generose, mentre le donne vengono contattate da uomini virili e affascinanti. Dietro a queste identità fasulle può però nascondersi chiunque: gente di mezza età oppure giovanissima, uomini o donne, persone appartenenti ad uno qualsiasi dei cinque continenti, lupi solitari o membri di organizzazioni dedite al malaffare.
La richiesta di contatto può avvenire su Facebook, su Skype oppure su altri servizi online. Lo scammer, il truffatore, inizia a chattare con la sua preda. Le chat possono andare avanti per ore o anche per giorni o addirittura settimane. Lo scammer si guadagna la fiducia della preda un passo alla volta, finché non la soggioga completamente. E qui scatta la trappola, ovvero la richiesta di inviare denaro o di condividere i dati delle carte di credito. Lo scammer inizia a raccontare una storia che scioglie il cuore della vittima, della quale vi offriamo alcune varianti:
– ti amo e vorrei venire a trovarti ma non ho soldi per il biglietto aereo
– la mia sorellina deve operarsi ma la mia famiglia non ha i soldi
– ho perso il lavoro e ho fatto debiti, sono in pericolo
– devo pagare l’affitto, ma il mio datore di lavoro non mi paga
– eccetera eccetera eccetera

Gli internauti più smaliziati sono in grado di individuare uno scammer alla prima occhiata, ma purtroppo non tutti sono così abili.
Una buona norma raccomanda di non accettare mai contatti da profili sospetti (gente “troppo bella”, gente con profili appena creati, gente con un profilo di creazione recente ma che ha già collezionato centinaia di fan o di amicizie, gente con la quale non si hanno amici in comune).
Lo scammer va bloccato e il suo profilo segnalato subito al social network.