La sonda Rosetta conquista la cometa

E’ un momento storico per l’Agenzia Spaziale Europea: si tratta della prima volta che un congegno costruito dall’uomo approda su una cometa, consentendo agli scienziati di studiare meglio la natura di questi corpi celesti. L’operazione non era affatto semplice e prevedeva dei rischi. Gli esperti hanno spiegato che una cometa può essere come una sorta di “cavallo imbizzarrito”. E’ un oggetto a rischio, che nessuno ha mai avvicinato in maniera così precisa in precedenza. Alla fine tutto è andato per il meglio, perché il lander Philae è atterrato sull’oggetto celeste. Durante la notte ci sono stati dei problemi, che hanno fatto temere il peggio. L’operazione avrebbe potuto bloccarsi in una delle sue fasi, invece si è potuto tranquillamente effettuare la manovra definitiva. Questa avventura spaziale tutta europea sarà sicuramente ricordata nel tempo.

Da non perdere