La famiglia canadese che vive nel 1986

A casa McMillan, a Guelph (Ontario), per un intero anno la musica si è ascoltata sul mangianastri, le telefonate sono state fatte facendo roteare un pesante disco di plastica e la televisione si è guardata sul tubo catodico. Non stiamo parlando di una situation commedy dal sapore retrò, ma della scelta di un padre che ha deciso di fare un regalo ai suoi due bambini. E il regalo è stato un anno di tregua dalle diavolerie digitali che trasformano bambini vivaci in piccoli zombie drogati di touchscreen. Un giorno Blair McMillan si trovava in giardino. A un certo punto chiese ad uno dei suoi figli di raggiungerlo, ma il piccolo gli urlò che non poteva muoversi perché stava giocando col tablet. La mente del genitore fu assillata da una domanda: perché un bambino dovrebbe preferire i videogames a qualche ora all’aria aperta? Da quel momento Blair prese la decisione di trascorrere un anno senza utilizzare apparecchi elettronici prodotti dopo il 1986. Sua moglie Morgan all’inizio lo prese per pazzo, ma poi accettò la proposta con entusiasmo.

Da non perdere