Intervista a Marino Andolina, medico di Stamina

Marino Andolina non ci sta. Il chirurgo del metodo Stamina, dopo aver patteggiato un anno e nove mesi per uscire dal processo, ribadisce la validità del metodo: “I bambini trattati sono migliorati”.E commenta la sentenza attaccando la situazione italiana: “Non si possono vincere le resistenze colossali che si incontrano in questo Paese. Qui tutti sono contro la terapia compassionevole. Tutti tranne le famiglie dei malati. Oggi non ha perso Stamina, ha perso la terapia compassionevole”.Resta aperta una strada per Stamina nonostante le condanne italiane? “In Italia Stamina è morta, ma un giorno qualcuno all’estero controllerà i dati che abbiamo prodotto. E arriverà un nuovo trattamento”.

Da non perdere