In piscina durante il terremoto in Cile

Le riprese fatte all’interno di una piscina mostrano gli effetti del terremoto di magnitudo 8.4 che ha colpito le regioni centro-settentrionali del Cile. Un milione di residenti della zona colpita dal sisma ha lasciato la propria casa per motivi di sicurezza. La scossa si è verificata alle 19.54 ore locali di mercoledì 16 (le 00.54 in Italia), e ha spinto le autorità a emettere un’allerta tsunami e ordini di evacuazione per tutta la costa cilena, lunga oltre 4mila chilometri. Nella maggior parte delle località costiere del Paese le evacuazioni si sono svolte in maniera ordinata. Nella città di Coquimbo, nel nord del Paese, le onde causate della scossa sono state alte 4,5 metri, mentre a Valparaiso, il principale porto cileno, hanno raggiunto i due metri. L’ipocentro della scossa è stato individuato a 15,7 chilometri di profondità e a 46 chilometri a ovest della località settentrionale di Canela.

Da non perdere