Il vulcano Villarrica erutta in Cile

E’ emergenza in Cile: oltre 3mila persone sono state fatte allontanare dalle loro case dopo l’eruzione del vulcano Villarrica, che con una altezza di 2847 metri al sopra del livello del mare è uno dei vulcani più attivi del subcontinente sudamericano, anche se era 15 anni che non si faceva sentire. L’evacuazione si è resa necessaria in via preventiva dato che il governo ha dichiarato l’allarme rosso. La stessa presidente cilena, Michelle Bachelet, è arrivata a Pucon, 780 km a sud di Santiago, per coordinare personalmente i lavori. Ha chiesto alla popolazione di seguire le istruzioni delle autorità, per evitare che questo episodio possa avere conseguenze tragiche.Stiamo monitorando e valutando la situazione minuto per minuto, tutte le autorità sono operative sul territorio e tutti i servizi sono stati attivati‘, ha detto la presidente, che ha organizzato di sorvolare la zona per ‘esaminare la situazione e vedere se è necessario prendere altre misure‘ dopo che è stato interrotto il traffico in varie strade della regione, a causa degli enormi fiumi di lava che scendono dal vulcano verso la zona di Currarehue.

Da non perdere