Il presunto assassino di Yara resta in galera

Il presunto assassino di Yara Gambirasio resterà in carcere. Lo ha deciso il giudice, il quale si è basato anche su un’altra aggravante. Si tratterebbe del fatto che la piccola ginnasta di Brembate non avrebbe avuto la possibilità di sfuggire all’uomo, perché la sua difesa era resa minorata dalle sue condizioni di ragazzina. Il fermo non è stato convalidato, perché non esiste il pericolo di fuga, ma Bossetti dovrà comunque restare in carcere. Secondo il giudice la motivazione non ha bisogno di altri chiarimenti, perché Bossetti sarebbe stato di tale ferocia nei confronti di una ragazzina inerme. In base a ciò che ha detto il giudice, si tratterebbe di un comportamento particolarmente riprovevole e lo si può vedere dai patimenti che sono stati cagionati alla vittima. Da questo punto di vista Bossetti rivela la mancanza di un senso di pietà e, inoltre, potrebbe ritornare ad uccidere.

Da non perdere