I Van Gogh rubati dalla camorra in mostra a Napoli

I due capolavori di Vincent Van Gogh rubati nel dicembre del 2002 al Museo di Amsterdam, sono stati restituiti in una cerimonia che si è tenuta presso il Museo e Real Bosco di Capodimonte. I due dipinti di Van Gogh, intitolati “Spiaggia di Scheveningen prima di una tempesta” (1882), e “Una congregazione lascia la chiesa riformata di Nuenen” (1884-1885), sono stati recuperati a Castellammare di Stabia nel corso di un’indagine della Guardia di Finanza e del pool anticamorra su una banda di narcotrafficanti internazionali. I 2 quadri si trovavano in un casolare di Castellammare, appartenente a un noto broker della droga, Raffaele Imperiale. “Sono opere di un valore inestimabile, calcolato in 100 milioni di euro, ma è chiaro che si tratta di un valore simbolico”. Sono le parole del generale di brigata Gianluigi D’Alfonso, comandante provinciale della guardia di finanza di Napoli, a margine della cerimonia di riconsegna dei due dipinti.Da oggi e per 20 giorni le tele saranno esposte al Museo di Capodimonte, dove si è tenuta la cerimonia alla presenza dei capi degli uffici giudiziari, dei vertici della Finanza, del governatore Vincenzo De Luca e del sottosegretario Antimo Cesaro.

Da non perdere