Greenpeace contro Shell a difesa dell’Artico

Lunedì 15 giugno, Greenpeace è scesa di nuovo in azione contro Shell a difesa dell’Artico. Almeno 13 attivisti a bordo di alcuni kayak hanno cercato di impedire i lavori della nota compagnia nella Baia di Elliott a Seattle, negli Stati Uniti,, bloccando per alcune ore la partenza della piattaforma “Polar Pioneer”, che proprio nella notte tra il 14 e il 15 giugno intendeva lasciare le coste di Seattle verso Chukchi, in Alaska. L’intervento della Guardia Costiera statunitense ha poi consentito alla piattaforma di partire verso la sua meta. Ad aprile ci fu una protesta simile, quando sei attivisti scalarono la stessa piattaforma Shell occupandola in maniera pacifica per quasi una settimana.

Da non perdere