Giovanardi parla del nigeriano ucciso a Fermo e scatena la bagarre al Senato

A Carlo Giovanardi viene data la parola al Senato per commemorare il giovane nigeriano ucciso a Fermo ma usa il suo tempo per dire altro e scatena la bagarre in Aula. Alle sue dichiarazioni i colleghi parlamentari hanno risposto con urla e cori da stadio ”fuori, fuori”. L’intervento di Giovanrdi, infatti era stato inserito nell’ambito di una sessione dedicata all’omicidio di Emmanuel Chidi Namdi, il profugo ammazzato a Fermo nella serata del 6 luglio scorso. Il senatore però resta sul vago ed esordisce così: “Non so cosa è successo ieri, poi impareremo e approfondiremo l’accaduto, e può essere benissimo che un balordo ha fatto una cosa terribile, ma trovo sgradevole…“. Ma definire un razzista un balordo non è piaciuto ai presenti, che sono letteralmente insorti facendo zittire Giovanardi.

Da non perdere