Furbetti del cartellino scoperti a Pachino

Un nuovo capitolo si aggiunge alla lista dei dipendenti assenteisti sui luoghi di lavoro. Sette impiegati (su 12) del Comune di Pachino, in provincia di Siracusa, sono stati scoperti e denunciati con l’accusa di truffa dagli uomini della Guardia di Finanza perché timbravano il cartellino per poi tornare a casa, o dedicarsi in altre attività, come andare a caccia o a fare la spesa. Grazie all’inchiesta effettuata anche con registrazione di filmati sui luoghi di lavoro, è stato possibile ricostruire i movimenti del personale indagato e accusato di truffa. Si tratta di un dirigente e sei dipendenti degli uffici Agricoltura, Sportello unico attività produttive (Suap) e Commercio.

Da non perdere